...Tostatura

Un metodo lento, come tradizione di un tempo vuole, e costoso, ma affidabile e costante grazie alle moderne tecnologie adoperate per esaltare gli aromi migliori e ridurre eventuali caratteristiche di gusto “non gradite al palato”.
Durante la successiva fase di aspirazione negli appositi silos di stoccaggio il caffè riposa per maturare, in quella che è fase di lavorazione chiamata “stagionatura”.
Tale processo consente lo sviluppo dei grassi e degli oli che rappresentano la base aromatica del caffè e la radice del gusto, dell’aroma e della persistenza tipiche del vero caffè espresso.
Dai silos il caffè stagionato viene miscelato per unire i vari chicchi in un eccellente connubio di qualità, gusto e aromi che da anni sono la più immediata e visibile soddisfazione aziendale.
Successivamente il caffè viene confezionato in atmosfera nelle apposite buste in vari formati, realizzate con i migliori materiali ad elevato spessore per garantire la massima protezione dagli agenti atmosferici.

Tostatura

Dopo l'arrivo in azienda le varie qualità di caffè crudo, divise per origine sono immagazzinate in appositi silos.
Preventivamente i chicchi sono sottoposti ad un trattamento di pulitura da eventuali impurità e imperfezioni.
Con la tostatura, i chicchi di caffè verde a causa, dell’alta temperatura, si trasformano in chicchi friabili, leggeri, che assumono l’inconfondibile profumo e il colore bruno, da cui si ricava la polvere per l’espresso e le altre preparazioni.
La qualità esclusiva è raggiunta grazie a molti fattori quali l’elevato numero di caffè miscelati, l’ottima qualità dei caffè utilizzati, cottura per piccoli lotti, cottura per tipologia di caffè e non per miscela, stagionatura prima e dopo la miscelazione, soprattutto grazie ad una cottura lenta con sofisticati macchinari.
Tutte queste fasi vengono controllate da un computer centrale che garantisce e fa rispettare le condizioni organolettiche della qualità richiesta durante tutto il ciclo di lavorazione.
La pellicola protettiva dei chicchi ancora verdi viene asportata con un apposito macchinario per ridurre il gusto amaro.
Successivamente il caffé viene immesso in un grande cilindro rotante dove tramite un delicato getto d'aria calda avviene la tostatura.
Una volta raggiunto il grado di tostatura desiderato, il caffè tostato esce come un torrente caldo, dal tipico colore scuro, sprigionando nell’aria il suo caratteristico profumo e viene raccolto in una vasca di raffreddamento che con una delicatezza e cura quasi manuale lo raffredda rigorosamente ad aria fresca senza acqua o altri additivi.

...Tostatura

Un metodo lento, come tradizione di un tempo vuole, e costoso, ma affidabile e costante grazie alle moderne tecnologie adoperate per esaltare gli aromi migliori e ridurre eventuali caratteristiche di gusto “non gradite al palato”.
Durante la successiva fase di aspirazione negli appositi silos di stoccaggio il caffè riposa per maturare, in quella che è fase di lavorazione chiamata “stagionatura”.
Tale processo consente lo sviluppo dei grassi e degli oli che rappresentano la base aromatica del caffè e la radice del gusto, dell’aroma e della persistenza tipiche del vero caffè espresso.
Dai silos il caffè stagionato viene miscelato per unire i vari chicchi in un eccellente connubio di qualità, gusto e aromi che da anni sono la più immediata e visibile soddisfazione aziendale.
Successivamente il caffè viene confezionato in atmosfera nelle apposite buste in vari formati, realizzate con i migliori materiali ad elevato spessore per garantire la massima protezione dagli agenti atmosferici.

Loro hanno detto
mi Piace e Tu?